Muscarà: “La mia legge per cancellare la Terra dei Fuochi dalla Campania”

“È arrivato il momento di cancellare la Terra dei Fuochi dalla nostra regione. Ora che sappiamo come si alimenta il fenomeno e in che modo possiamo circoscriverlo e debellarlo una volta per tutte, abbiamo il dovere di dotarci di tutti strumenti normativi e finanziari utili per tutelare la salute dei cittadini della Campania.

Per questa ragione ho presentato, come prima firmataria, una proposta di legge il cui obiettivo principale è sostenere i Comuni a procedere alla rimozione dei rifiuti abbandonati. È il primo e il più importante passo per impedire che mani criminali trovino terreno fertile per appiccare i roghi, che sono la principale causa di inquinamento e, dunque, di concentrazione di patologie tumorali in determinate zone della Campania. Soprattutto ora che diversi studi hanno comprovato l’assoluta correlazione tra le aree con presenza di siti di sversamento di rifiuti e nelle quali è frequente il fenomeno di roghi”. Lo annuncia la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscarà, nel presentare la sua proposta di legge per il contrasto del fenomeno della Terra dei Fuochi. “Accanto alle misure di sostegno ai comuni, con l’istituzione di un apposito fondo regionale, dobbiamo lavorare molto sulla prevenzione. Il testo che ho presentato prevede di potenziare le sale interistituzionali, rivelatisi allo stato inutili, che dovranno tramutarsi in centrali operative di coordinamento h24, ciascuna dotata di uomini e mezzi. Verranno riconosciute le figure di responsabili antiroghi per ciascun comune, coordinati da una direzione centrale, favorendo la sinergia tra comuni, forze di polizia e vigili del fuoco. Grazie a un sofisticato sistema di trasmissione, le immagini della videosorveglianza nei luoghi a rischio di abbandono rifiuti saranno trasferite in tempo reale alle centrali operative. Sarà prevista formazione specifica in materia ambientale per tuti i corpi di polizia municipale e verrà istituito un Sistema operativo sostenibilità “SOS Comuni”, consultabile da tutti i soggetti coinvolti nelle attività di contrasto ai roghi e all’abbandono di rifiuti. Un testo per la cui efficacia sono necessari impegno e senso di responsabilità della politica, affinché non rimanga chiusa nei cassetti accanto a tante norme di buonsenso finite nel dimenticatoio. Il mio lavoro sarà operare e vigilare affinché la salute dei cittadini prevalga sull’inedia di certa politica”.