Sanità. Ciarambino (M5S): "Campani a rischio, livelli essenziali di assistenza da terzo mondo"

“Per risollevare la sanità campana dal baratro in cui è precipitata e dall'ultimo posto in Italia per Livelli Essenziali di Assistenza non servono le dichiarazioni farneticanti di De Luca, che annuncia impossibili miracoli in tempi rapidi.

Serve una professionalità di altissimo profilo e libera dalle clientele politiche”. Lo dice la capogruppo del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino che parla di un presidente di Regione irresponsabile, che fa spot sulla pelle dei campani e racconta una sanità che non esiste. “La nostra regione non lotta neppure per la salvezza - sottolinea Ciarambino - ma è già retrocessa in serie D”. “L’istantanea scattata dai tecnici del ministero della Salute sullo stato della sanità campana - fa notare la capogruppo - è un SOS disperato lanciato alla politica. Il Governo si assuma la responsabilità di una nomina di livello e non consegni la sanità campana in mano a chi ha già fatto troppi danni”. “In questi mesi ci sono state soltanto le polemiche e le chiacchiere di De Luca – attacca - che dopo un emendamento ad personam frutto dello scambio politico con Renzi, adesso cerca in tutti i modi di accaparrarsi il posto di commissario ad acta alla sanità”. “Il presidente marziano - conclude Ciarambino - continua ad agitare solo slogan come quello usato in campagna elettorale ‘Mai più ultimi’. Visti i risultati, c'è ben poco da stare sereni”.


banner newsletter

Error: No articles to display