Sanità. Ciarambino (M5S): "Per De Luca esiste solo la ‘sua’ brochure patinata. Nostra mozione per riaprire pronto soccorso di Pollena Trocchia"

“La sanità che conoscono i cittadini campani è ben diversa da quella illustrata dal presidente De Luca nella sua brochure patinata, pagata con soldi pubblici, dove compaiono foto con reparti liberi dalle barelle, con l’ospedale del Mare aperto e funzionante, con i pazienti ed i medici sorridenti e felici.

Un racconto da fiaba che tarocca la realtà, falsificandola”. Lo dice il capogruppo del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino nel corso della presentazione in Consiglio regionale della mozione sulla riapertura del Pronto Soccorso dell'ospedale di Pollena Trocchia. “E’ scandaloso che il Consiglio regionale per mancanza di numero legale abbia evitato di esprimere un voto sulla mozione del Movimento 5 Stelle - attacca Ciarambino - i cittadini sapranno farsi un’idea su coloro che non li rappresentano”. “La nostra mozione parte da un’immagine che ha fatto il giro di tutti i media italiani - spiega il capogruppo - quella di pazienti adagiati su coperte distese sul pavimento nel pronto soccorso dell’ospedale di Nola”. “A differenza del presidente De Luca, impegnato nella sua principale attività di governo, il taglio di nastri, che preferisce liquidare i gravissimi fatti come sciacallaggio - aggiunge Ciarambino - noi del M5S vogliamo che le condizioni dell’assistenza sanitaria dei campani migliorino e che scene come quelle di Nola non abbiano mai più a ripetersi”. “E’ impensabile rispondere alla domanda di assistenza sanitaria di 600mila abitanti, provenienti anche dall’Agro Sarnese, dal Vesuviano, dall’Avellinese, dall’Acerrano - prosegue - solo con il pronto soccorso dell’ospedale di Nola”. “Con i 106 posti letto attuali il presidio nolano non è sufficiente a garantire l’assistenza e le cure ai cittadini - sottolinea Ciarambino – La promessa di un nuovo padiglione annunciato in queste ore in pompa magna da De Luca, considerati i tempi biblici delle opere pubbliche in Campania, vedrà la luce tra un decennio. Intanto i cittadini muoiono". "Riteniamo quindi che occorra immediatamente riattivare il pronto soccorso dell’ospedale di Pollena - continua il capogruppo - così da decongestionare stabilmente le attività del presidio ospedaliero di Nola”. “La nostra mozione di buonsenso è scandalosamente finita - conclude Ciarambino - nella fuga dalle responsabilità dei consiglieri di De Luca”.


banner newsletter

Error: No articles to display