Cultura. Muscarà (M5S): "Scomparsa di Marotta, adesso lacrime di coccodrillo"

“La scomparsa di Gerardo Marotta ci colpisce nel profondo. Il suo impegno, la sua testimonianza, le tante battaglie portate avanti a difesa della cultura e dei liberi luoghi del sapere hanno contribuito ad allevare generazioni di studiosi e riportare Napoli al centro dell’attenzione”.

Lo dice la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscarà ricordando l'avvocato Gerardo Marotta, fondatore e presidente dell'Istituto italiano degli Studi filosofici, scomparso ieri notte. “Non è il momento delle polemiche però voglio ricordare - sottolinea - come Marotta sia stato progressivamente dimenticato dalle istituzioni e dai circoletti della cultura benpensante che non amava frequentare”. “Come Movimento 5 Stelle a settembre presentammo un’interrogazione al presidente De Luca - aggiunge Muscarà - sulla vicenda della biblioteca dell’Istituto per evitare che la preziosa raccolta libraia andasse perduta e rovinata”. “Chiedemmo inoltre alla Regione Campania - prosegue - se ci fosse in programma una forma di finanziamento e contributi in favore della biblioteca”. “Marotta doveva essere aiutato e sostenuto con fatti concreti - conclude Muscarà - non è stato così, purtroppo. Con la sua dolorosa scomparsa, molti e colpevolmente in ritardo, si sono accorti della sua grandezza”.


banner newsletter

Error: No articles to display