M5S, Viglione: “Veritas, svilire il dibattito equivale a impedire una soluzione per la Terra dei Fuochi”

“L’indagine Veritas aveva come obiettivo principale quello di dare un serio contributo a un dibattito che non dovrebbe mai estinguersi.

Un dibattito sullo stato di salute dei nostri cittadini e delle nostre terre, svilito dalle offese demagogiche del negazionista De Luca e dalla confusione creata ad arte da chi si erge ad avvocato difensore del governatore, come Antonio Limone. A uno studio che evidenzia il livello elevato di concentrazione di metalli pesanti nel sangue di chi è nato e vive nel perimetro della Terra dei Fuochi, non si può rispondere con una polemica riguardante la qualità dei prodotti coltivati in quella terra. Siamo alla solita “ammuina”, per utilizzare un termine caro al nostro governatore, che non giova a chi da anni lotta e muore per effetto della contaminazione delle matrici ambientali nella nostra terra”. Lo dichiara il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Vincenzo Viglione. “E’ pur vero che la verità, in ambito scientifico, deve sempre essere interpretata come parziale e temporanea. Ma non può essere sconfessata e vilipesa. Lo studio Veritas è una ricerca con rilevanze importanti che devono costituire sempre e comunque un presupposto per stimolare nuove indagini sempre più efficaci strategie prevenzione sanitaria. Rinnegarla invece e continuare a rinnegare addirittura l’esistenza della Terra dei Fuochi, come fa De Luca, equivale a non voler più intraprendere alcun percorso teso al rilancio di un territorio assassinato assieme alla sua gente da decenni di sversamenti di rifiuti e veleni”.


banner newsletter

Error: No articles to display