M5S, Viglione: “De Luca spera di incrementare la differenziata cambiando la formuletta di calcolo”

“Gli ultimi provvedimenti della giunta regionale in tema di gestione dei rifiuti ed efficientamento energetico sono niente di più che l’ennesimo palliativo attorno al quale l’amministrazione De Luca prova a costruire i soliti vuoti slogan.

E’ assolutamente grottesca l’idea di un innovativo “metodo per il calcolo della percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani”. Nella sostanza, al fine di incrementare le percentuali di raccolta differenziata, per De Luca non bisogna puntare su politiche tese a dare un maggiore impulso alla diffusione di buone pratiche, pianificando magari strategie di riduzione a monte dei rifiuti, in linea con le attuali direttive comunitarie. Piuttosto, secondo il governatore della nostra regione è sufficiente definire un nuovo modello di calcolo della raccolta differenziata. Per la serie, se proprio non ci riusciamo sul campo, proviamo almeno a cambiare i numeri, sperando così di far tornare i conti”. E’ quanto denuncia il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Vincenzo Viglione. “Quanto all’efficientamento energetico – prosegue Viglione - secondo il governatore la svolta sta tutta nei fondi stanziati per due interventi in edifici della pubblica amministrazione. Da una giunta che ha appena approvato le norme di attuazione del piano energetico regionale, infatti, ci si aspetterebbe un’operazione di ben più ampio respiro, con interventi tesi a sostenere anche l’efficientamento del patrimonio edilizio privato, così da dare risposte concerete alle tante imprese attive nel settore. Interventi che mirino a creare un nuove prospettive di sviluppo, con una inevitabile ricaduta in termini occupazionali. Ma anche in questo caso ci troviamo al cospetto di una timida misura di facciata, buona per farne uno slogan, ma nel merito null’altro che una goccia nel mare delle reali esigenze della nostra regione”.