M5S, Muscarà: “Ecco tutte le medaglie del disonore conquistate da De Magistris”

“Sono assolutamente destituite di ogni fondamento le voci che circolano su una presunta stampella M5S alla claudicante amministrazione targata Luigi De Magistris.

Mai saremo al fianco del sindaco che ha sostituito più assessori che lampioni in bilico, che ha destituito in tempi da guinness validi amministratori della sua giunta per fare spazio a figure scendiletto, che ha fatto guadagnare a Napoli il titolo di “città zavorra” della Campania per una differenziata ancora ferma sotto la soglia del 30%, che ha tracciato una linea di demarcazione dalle periferie, che vivono di vita propria e del proprio degrado, e che ha fatto della capitale del Sud un unico eterno cantiere”. Così la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscarà. “Le uniche medaglie che De Magistris ha guadagnato in sette anni – dichiara Muscarà - sono medaglie del disonore. Dal fallimento di Anm, ai fondi sottratti a disabili e politiche sociali, ai parchi pubblici chiusi. Passando per le aliquote comunali al massimo, l’eterno cantiere di via Marina e il fallimento di Bagnoli Futura. Per non dimenticare il bike sharing, finanziato con due milioni di euro, ma mai operativo, con gli stalli tramutati a occasionali panchine e bici il cui destino è ignoto. La fine indecorosa del Collana, i semafori intelligenti a cui è stata destinata la quota prevista in origine per la mobilità sostenibile e il paradosso della pista ciclabile praticabile per lunghi tratti solo per la sosta degli abusivi, sono solo il condimento della gestione scellerata a cui è impensabile che vada il sostegno del Movimento 5 Stelle”.


banner newsletter

Error: No articles to display