Sanità, Campania ultima. Ciarambino (M5S): "DG premiati per demeriti"

Categoria: Articoli home

"Vi ricordate il blitz di ferragosto con cui De Luca ha premiato i manager di Asl e ospedali con un ingente aumento di stipendio, costato ai cittadini campani quasi 2 milioni di euro all'anno? Oggi sappiamo, numeri alla mano, che i manager di De Luca sono stati premiati per i loro demeriti.

I dati definitivi sui Livelli Essenziali di Assistenza relativi al 2015 confermano infatti il disastro della sanità campana, non solo ultima in Italia, ma pure con un punteggio pari a 106, ben al di sotto della soglia minima. E le brutte notizie non finiscono qui. A dicembre scorso il Ministero aveva diffuso una prima rilevazione relativa non solo al periodo 2015, ma anche ai primi mesi del 2016 e il punteggio era addirittura inferiore, solo 99 punti, la performance peggiore mai registrata. Questo fa supporre che i dati definitivi relativi al 2016 saranno peggiori del 2015, grazie al lavoro dei manager di De Luca". Così Valeria Ciarambino, capogruppo del M5S e membro della Commissione Sanità del Consiglio regionale della Campania, commentando i dati sui Lea diffusi dal Ministero della salute, che collocano la sanità campana come fanalino di coda in Italia. "A fronte di ciò il Commissario per la sanità, nonché governatore della Campania e assessore alla sanità, ha voluto premiare i responsabili di questo disastro, direttori generali, sanitari e amministrativi, aumentandogli lo stipendio, invece di usare tutti quei soldi per migliorare l'assistenza sanitaria o tagliare i superticket, che gravano sulle spalle dei cittadini" - attacca Ciarambino - "Abbiamo perciò inviato una richiesta di accesso agli atti per tutte le Asl e gli ospedali e preparato una richiesta di Consiglio monotematico in cui De Luca dovrà venire a rendere conto del lavoro dei suoi direttori generali e del raggiungimento degli obiettivi a loro assegnati: visto che il rispetto dei LEA é uno degli obiettivi fondamentali, stando ai numeri del Ministero dubitiamo che siano stati raggiunti. Questa verifica andava fatta ben prima di aumentargli lo stipendio". "La deriva della sanità campana è sotto gli occhi di tutti. L’incompetenza di questo governatore anche. E a farne le spese sono sempre i cittadini più fragili e bisognosi di cure. Facciamo appello alle altre forze politiche del Consiglio perché sottoscrivano la nostra richiesta: ci occorrono altre 4 firme per depositare la richiesta di Consiglio monotematico" - conclude la capogruppo.


banner newsletter

Error: No articles to display