Categoria: Articoli home

“Respingendo la nostra proposta di mettere da parte tutto e discutere principalmente e urgentemente di Terra dei Fuochi il consiglio regionale, De Luca e la sua maggioranza si sono assunti pubblicamente la responsabilità politica e istituzionale di fregarsene della vita e della salute dei cittadini campani e di dire che per questa Regione il tema dei roghi tossici non è una priorità”.

Lo dichiara Valeria Ciarambino, capogruppo dei consiglieri regionali del Movimento Cinque Stelle che oggi, dopo aver visto respinte la loro richieste di discutere prioritariamente di Terra dei Fuochi e di invertire l’ordine del giorno per discutere di incendi, hanno abbandonato l’aula e annunciato per domani mattina, alle ore 11, una conferenza stampa presso il presidio permanente del gruppo all'esterno del palazzo del consiglio regionale. “Faremo i nomi e i cognomi dei responsabili istituzionali di questo disastro di proporzioni epiche che ha visto l’emergenza incendi sul Vesuvio aggiungersi a quella ormai perenne dei roghi tossici – spiega Ciarambino -. Gli stessi nomi e cognomi che, inseriti in un esposto, porteremo alla Procura per accertare le eventuali responsabilità penali di chi doveva controllare, programmare e prevenire e non l’ha fatto. E’ vergognoso che qui, davanti al consiglio regionale che rappresenta la Campania, De Luca e la sua Giunta non si siano presi nemmeno una responsabilità e non abbiano almeno chiesto scusa per gli errori e i ritardi accumulati in anni di inerzia. No. L’unica cosa che è stato in grado di fare il governatore è stato scaricare le colpe su altri e battere cassa con il Governo. Ma li costringeremo noi a farlo, con una mozione di sfiducia che presenteremo domani. De Luca non può fare il sindaco della Regione, visto che è incapace di fare tutto da solo si dimetta e lasci spazio a chi è davvero in grado di risolvere i problemi della Campania”.