Campania. Ciarambino (M5S): "De Luca sconfessa assessore D’Alessio sui debiti fuori bilancio"

“Per la prima volta sono d’accordo con il presidente De Luca quando dice che sui debiti fuori bilancio ogni dirigente, ufficio, settore amministrativo burocratico deve assumersi la responsabilità dei procedimenti mettendoci il nome e il cognome con un preciso cronoprogramma e scadenziere.

Certo inquieta che il presidente De Luca a distanza di ben 2 anni solo ora si accorga di questo enorme buco nero nella struttura regionale e dell'assenza di adeguati controlli, come da tempo denunciavamo”. Lo dice Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento 5 Stelle intervenendo in aula sui debiti fuori bilancio e sul caso di un debito pagato per ben due volte. “Il presidente De Luca ha nei fatti sconfessato il lavoro del suo assessore al Bilancio D’Alessio e della sua maggioranza - sottolinea Ciarambino - che volevano approvare ad ogni costo quel debito”. “Il rinvio imposto da De Luca di dieci giorni per un approfondimento sul riconoscimento dei debiti per il pasticcio del doppio pagamento - fa notare - è un chiaro segnale di sfiducia verso il lavoro approssimativo dell’assessore D’Alessio e del presidente della Commissione Bilancio e ci allarma non poco”. “Grazie all'attento lavoro del M5S - spiega - è balzata fuori la vicenda dei debiti fuori bilancio che con troppa leggerezza e superficialità vengono riconosciuti in automatico, come se fosse un atto scontato da parte dell’assemblea”. “La costituzione della task force interna con funzione di controllo dei debiti fuori bilancio annunciata dall'assessore non è sufficiente - evidenzia la capogruppo - perché i componenti che ne faranno parte sono gli stessi dirigenti che in molti casi li fanno lievitare senza intervenire tempestivamente”. “Non avrebbe senso che il controllore e il controllato stiano dalla stessa parte - conclude Ciarambino - come Movimento 5 stelle abbiamo proposto una commissione d’inchiesta che accenda un faro e indaghi sulla genesi, la natura, i meccanismi che generano i debiti. Oggi stesso depositeremo la proposta di istituzione, che è stata sottoscritta anche dall'altra opposizione”.


banner newsletter

Error: No articles to display