No a centrale a Biomasse a Capaccio Paestum: approvato

Categoria: Archivio articoli

“Se fossi assessore alla Regione Campania e avrei  luoghi così belli come Paestum e Capaccio, li blinderei. Mi aspetto che la Regione dia un segnale forte e inequivocabile e impedisca la costruzione della centrale a biomasse”. 

Lo ha detto Michele Cammarano, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle  che durante il Consiglio regionale ha proposto un ordine del giorno, sottoscritto anche dal consigliere del Pd Franco Picarone, per dire no alla costruzione della centrale a biomasse a Capaccio Paestum. Ordine del giorno che ha incassato un voto unanimità da parte dell’intera aula consiliare. “Stando al progetto – sottolinea Cammarano - dovrà sorgere questo mostro a sette chilometri dall'area archeologica dei templi di Paestum. E’ un qualcosa di assurdo che è fuori da ogni logica”. “Oggi registriamo che l’intero Consiglio condivide la nostra preoccupazione - sottolinea Cammarano - abbiamo tutti il dovere di salvaguardare, valorizzare e tutelare le tradizioni agroalimentari locali di indubbio pregio e difendere beni culturali e paesaggistici dell’area archeologica di Paestum, patrimonio mondiale dell’Umanità Unesco e Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano”.